Chiesa di San Michele


Dedicata a
San Michele Arcangelo, la chiesa principale di Piedicavallo si trova situata al centro del paese.

La chiesa, in una sua prima versione, venne edificata nella prima metà degli anni Venti del Milleseicento e consacrata il 14 settembre 1622, dal Vescovo di Vercelli, Mons. Giacomo Goria.
Fu negli anni Sessanta del Seicento che la chiesa di San Michele ottenne un cappellano stabile, che celebrasse durante tutto l’anno e non solo stagionalmente. Iniziarono, in questo periodo, le battaglie dei piedicavallesi per l’erezione di una nuova parrocchia autonoma; volontà ampiamente contrastata dall’allora parroco di Campiglia, don Giovanni Battista Furno. Quarantaquattro anni dopo la consacrazione della chiesa, il 16 gennaio 1666, Piedicavallo ottenne la propria autonomia parrocchiale, grazie a un Decreto del Vescovo Mons. Michelangelo Broglia. Solo a questo punto, vennero eretti battistero e sagrestia e, successivamente, le tre cappelle laterali, con i rispettivi altari. Il campanile, invece, risale al 1865.

Con Decreto del 30 giugno 1986 vennero estinte le parrocchie di Piedicavallo e di Montesinaro, a favore della parrocchia unica dei SS. Michele e Grato, con sede a Piedicavallo.

Ricorrenze e festività

La Festa Patronale si celebra l’ultima domenica di settembre, poiché il giorno dedicato a San Michele Arcangelo è il 29 settembre.

 

Orario delle celebrazioni

La S. Messa domenicale si tiene alle ore 11.00, mentre la Messa Vespertina ha luogo alle ore 17.00 durante il periodo invernale e alle ore 18.00 durante la stagione estiva.

Di seguito l’elenco dei parroci che si sono succeduti nella parrocchia di San Michele a Piedicavallo:

  • Giovanni Battista Vanni di Campiglia (1666-1677)
  • Pietro Michele Cecidano di Camandona (1677-1681)
  • Pietro Stefano Greggio di Miagliano (1681-1690)
  • Matteo Lampo di Campiglia (1690-1719)
  • Lorenzo Falletti di Campiglia (1720-1747)
  • Giuseppe Peraldo di Piedicavallo (1747-1765)
  • Giovanni Battista Boffa di Sagliano (1765-1810)
  • Giacomo Miniggio di Pettinengo (1811-1816)
  • Pietro Antonio Mosca di Rosazza (1816-1829)
  • Agostino Catella di Veglio (1829-1875)
  • Giovanni Giuseppe Perino di Pettinengo (1876-1893)
  • Giovanni Ottella di Occhieppo Inferiore (1893-1942)
  • Giuseppe Barberi di Gallignano di Soncino (1942-1976)
  • Elios Contini – economista spirituale di Piedicavallo e Montesinaro e arciprete di Rosazza (1976-1978)
  • Edoardo Moro di Biella (1978-1978)
  • Giuseppe Layolo di Borgomanero (1979-oggi)